Summerbasket 2017


Summerbasketi_2017COS’E’ IL SUMMERBASKET?

Il “Summerbasket” è il primo circuito estivo di pallacanestro “3contro3”, ideato nel 1990 dalla Uisp Pallacanestro dell’Uisp che svolge attività maschile e femminile, giovanile ed amatoriale, in sedici regioni con oltre 1200 società sportive af liate e più di 27.000 tesserati.

Il Summerbasket, grazie alla propria struttura snella fa sì che ogni anno la pallacanestro sia giocata nelle piazze, sui lungomari e nei centri storici, andando in mezzo alla gente.

Il circuito ha visto la partecipazione nel 2016 di circa 8000 cestisti.

EDIZIONE 2017

Per l’edizione 2017 la Uisp Pallacanestro ha registrato l’iscrizione di oltre 60 città italiane dove si svolgeranno le tappe provinciali del Summerbasket. Da maggio alla metà di luglio, sui playground di tutta Italia si svolgeranno migliaia di incontri tra cestisti e cestiste di tutte le età.

Al torneo, parteciperanno più di 9000 atleti amatoriali che si guadagneranno sul campo l’accesso al Master nazionale, in programma dal 21 al 23 luglio 2017 a PESARO nelle Marche, nel solco della grande tradizione di pallacanestro della città e della regione: perfetto connubio di turismo, cultura, ambiente e sport.

BASKET & DIGNITY

Nell’ambito del progetto Sport & Dignity che l’Uisp porta avanti in Libano già da alcuni anni nei campi profughi palestinesi e a favore dei rifugiati siriani che fuggono dalla guerra, attraverso formazione e fornitura di attrezzature e materiale di diverse discipline sportive, la Pallacanestro Uisp attraverso Summerbasket attiverà una raccolta fondi per partecipare a questa campagna.

Nell’ambito di un più ampio progetto che affronterà in primo luogo le emergenze, daremo il nostro aiuto, facendo quello che più ci è familiare: affermare, anche in queste zone, il diritto dei bambini al gioco e a vivere la propria infanzia. Per fare questo abbiamo previsto l’acquisto di un ludobus e del materiale sportivo per attrezzarlo, che porterà il gioco ed il divertimento in aree quasi inaccessibili, accompagnato dal lavoro di operatori locali formati da esperti Uisp.

La manifestazione di streetball (il basket di strada), che l’anno scorso ad Orvieto ha avuto un gran successo con più di 30 squadre iscritte e più di 150 partecipanti, si ripeterà, sempre sui campi di Piazza Marconi, nei giorni 15 e 16 Giugno 2017 con inizio dalle ore 18 per le categorie UNDER 14 (2003/2004/2005) che lasceranno poi il campo dalle ore 20 ai SENIOR.

Il costo dell’iscrizione sarà di € 20,00 a persona.

Il modulo di iscrizione deve essere consegnato entro l’11 Giugno prossimo.

Il modulo compilato in tutte le sue parti deve essere consegnato:

  • presso gli uffici della UISP di Orvieto Scalo in Via Sette Martiri, 42 (di fronte al distributore di benzina della SOCA)
  • inviandolo a sborvieto@hotmail.com

 

Informazioni

WEB: www.orvietobasket.it 

MAIL: sborvieto@hotmail.com

TEL: 0763390007

 

Scarica il volantino con la scheda di iscrizione

Il regolamento

Possono giocare tutti coloro che si iscrivono presso i Comitati Uisp o presso le società af liate organizzatori di ogni singola tappa, senza distinzione di sesso e nazionalità; senza limiti di età, di tesseramento e di eventuale serie di appartenenza (per i tesserati FIP), secondo quanto disposto dal Consiglio Nazionale UISP in materia di tutela sanitaria.


Ogni squadra è composta di un minimo di tre giocatori ed un massimo di quattro giocatori (3 + 1 riserva). Le squadre composte da tre giocatori non potranno in nessun caso effettuare sostituzione, neanche se uno dei giocatori per infortunio o qualsiasi altro motivo dovesse abbandonare una singola gara o l’intero torneo.

E’ data libertà agli organizzatori di ogni singola tappa di adottare le formule più opportune per lo svolgimento del torneo.

È costituito da una superficie di dimensioni minime di ml. 14 x 14, con un solo canestro alto ml. 3.05. Sulla superficie dovranno essere tracciati l’arco del tiro da tre punti e la sola linea per battere i tiri liberi posta a 5,80 m dalla linea di fondo campo.

La gara si disputa ad un solo canestro. Vince la squadra che arriva prima a 24 punti o quella che è in vantaggio dopo 12 minuti di gioco. I 12 minuti di gioco sono consecutivi tranne che l’ultimo minuto in cui il cronometro deve essere fermato come da regolamento FIP. Se al termine dei 12 minuti di gioco il punteggio tra le due squadre fosse in parità, si disputa un tempo supplementare di 3 minuti (i primi due consecutivi, l’ultimo effettivo). In ogni caso, se durante la disputa del tempo supplementare una delle due squadre raggiungesse i 24 punti, la partita finisce. Il possesso palla da inizio gara è determinato per sorteggio, la squadra sorteggiata inizierà il gioco con una rimessa laterale. Ad ogni canestro realizzato il possesso palla cambia e la palla viene rimessa in gioco con una rimessa dal fondo campo. La rimessa in gioco della palla può essere effettuata sia dal fondo che lateralmente così come previsto dal regolamento FIP. Quando cambia il possesso di palla da una squadra all’altra, la palla deve sempre uscire dall’arco dei tre punti e la squadra in attacco deve effettuare almeno un passaggio prima di poter eseguire un tiro a canestro, pena la perdita del possesso di palla (su rimessa laterale o dal fondo il passaggio obbligatorio è la rimessa stessa)

E’ stabilito il limite di 20 secondi per ogni azione offensiva. L’azione offensiva termina: con un canestro realizzato, con un tiro a canestro fallito che colpisce il cerchio oppure con una infrazione/sanzione rilevata dal direttore di gara.

Un canestro vale un punto su tiro libero, due punti su tiro all’interno dell’arco dei 3 punti, 3 punti su tiro al di fuori del medesimo arco.

Ogni fallo comporta, per chi lo ha subito, sempre la rimessa laterale anche se si tratta di fallo su tiro a canestro, sia nel caso che il tiro a canestro non sia stato realizzato (la squadra che ha subito il fallo mantiene il solo possesso di palla e procede ad una rimessa dal fondo o laterale), sia nel caso che il tiro a canestro sia stato realizzato (il canestro è valido e la squadra che ha subito il fallo mantiene anche il possesso di palla e procede ad una rimessa dal fondo o laterale). I tiri liberi, che dovranno essere battuti entro 5 secondi da quando l’arbitro mette la palla a disposizione del battitore, sono previsti nei seguenti casi:

  • quando una squadra che ha raggiunto il “Bonus” di 5 falli di squadra commette un fallo, sia su azione che su tiro. In questo caso la squadra in attacco avrà a disposizione un tiro libero, che sarà battuto da chi ha subito il fallo oltre al possesso di palla, sia che il tiro libero sia realizzato che sbagliato;
  • quando ad una squadra viene schiato un fallo tecnico, un fallo antisportivo od un fallo squali cante (sono previsti sempre due tiri liberi e possesso di palla a favore della squadra non sanzionata).

Pertanto su tiro libero mancato non esiste mai rimbalzo, il possesso palla rimane sempre alla squadra che ha battuto i tiri liberi. I giocatori coinvolti in rissa dovranno esser espulsi e squali cati dall’intero torneo.

Visto la tipologia della manifestazione non è prevista alcuna forma di reclamo.

PER OGNI SITUAZIONE NON ESPRESSAMENTE PREVISTA DAL PRESENTE REGOLAMENTO, FA FEDE IL REGOLAMENTO TECNICO DELLA FIP.